Landi Renzo sviluppa nuovi regolatori di pressione per motori a idrogeno in partnership col gruppo Bosch

L’azienda italiana Landi Renzo – specializzata nelle soluzioni per la mobilità sostenibile a gas, biometano e H2 – ha annunciato di aver avviato lo sviluppo, in collaborazione con il gruppo tedesco Bosch, di sistemai elettronici per la regolazione della pressione destinati e veicoli commerciali di medie e grandi dimensioni equipaggiati con motori a combustione interna alimentati a idrogeno.

Già entro la fine di quest’anno Landi Renzo e Bosch prevedono di poter produrre e commercializzare propulsori a idrogeno dotati di questi innovativi regolatori di pressione per supportare la decarbonizzazione del trasporto commerciale su gomma, anche grazie all’esperienza dell’azienda italiana che ha da poco inaugurato a Bologna il suo Hydrogen Excellence Center.

I semplici regolatori meccanici utilizzati fino ad oggi nei motori a combustione tradizionali non sono più sufficienti per gestire il flusso di idrogeno, spiega Landi Renzo in una nota, aggiungendo poi che i nuovi sistemi su cui sta lavorando insieme al gruppo Bosch, progettati e sviluppati in Italia, consentono una precisa ed efficace calibrazione della pressione dell’H2 immesso nel sistema di combustione, che viene adattata alle necessità del veicolo nei diversi contesti operativi.

Damiano Micelli, Chief Technology Officer di Landi Renzo, ha commentato: “Questo nuovo regolatore di pressione per motori a idrogeno costituisce una pietra miliare nello sviluppo delle tecnologie che siamo in grado di mettere a disposizione del settore della mobilità in rapida e costante evoluzione. Si tratta di una soluzione innovativa, in grado di combinare le potenzialità dei motori tradizionali con la possibilità di azzerare le emissioni, che sarà presto disponibile per veicoli commerciali di media e grande dimensione, consolidando ulteriormente la leadership di Landi Renzo nel settore della mobilità a idrogeno”.