L’australiana Allied Green Ammonia ordina a Plug Power 3 GW di elettrolisi

L’americana Plug Power ha firmato con Allied Green Ammonia (AGA), azienda basata in Australia e focalizzata sulla produzione di ammoniaca green, un memorandum of understanding (MOU) relativo alla fornitura di impianti di elettrolisi con una capacità complessiva di 3 GW destinati al progetto di hydrogen-to-ammonia che la società sta sviluppando nel Northern Territory australiano.

A valle di questo accordo, Plug e AGA inizieranno già dalle prossime settimane a sviluppare il Basic Engineering and Design Package (BEDP) del progetto, in attesa della FID (final investment decision) che dovrebbe arrivare entro la fine del 2025. Se questo passaggio cruciale verrà superato, la consegna degli elettrolizzatori da parte di Plug dovrebbe iniziare nel primo trimestre del 2027.

“I produttori di ammoniaca hanno orami riconosciuto i sostanziali vantaggi, in termini di costi e di riduzione delle emissioni, dell’idrogeno prodotto tramite elettrolisi” ha sottolineato Andy Marsh, CEO di Plug Power. “Siamo felici di aver firmato questo MoU con AGA. La nostra esperienza nella costruzione e nella gestione di impianti di produzione di H2 green su larga scala e la nostra capacità di produzione di elettrolizzatori PEM ci posizionano come partner ideale per questa iniziativa”.

Il nuovo hub che AGA realizzerà nel nord dell’Australia sarà caratterizzato da un impianto in grado di generare 2.500 tonnellate al giorno di ammoniaca green, sfruttando le abbondanti risorse rinnovabili del territorio e la posizione strategia, che consentirà di servire al meglio i crescenti mercati internazionali, e in particolare quello asiatico.