L’austriaca AVL insieme alla scuderia di F1 Red Bull per sviluppare fuel cell ad alte prestazioni

L’azienda austriaca AVL – presente anche in Italia, con una propria filiale (AVL Italia) basata a Torino, e specializzata nello sviluppo, nella simulazione e nel collaudo dei sistemi di trasmissione (ibridi, motori a combustione, trasmissioni, motori elettrici, batterie e software) per l’industria automotive – e Red Bull Advanced Technologies, la divisione della scuderia di Formula 1 Red Bull Racing Group (anch’essa austriaca) dedicata allo sviluppo di tecnologie innovative, hanno siglato un’alleanza che ha come obbiettivo quello di mettere a punto un nuovo tipo di fuel cell a idrogeno ad alta densità di potenza.

Come viene spiegato in una nota congiunta, queste future celle a combustibile ‘made in Austria’ saranno di 2/3 più leggere rispetto ai sistemi convenzionali e potranno contribuire, nelle intenzioni delle due aziende, al raggiungimento dell’obbiettivo net-zero da parte delle auto ad alte prestazioni, nell’ambito delle competizioni motoristiche e nell’aviazione. Tutti comparti dove sono necessari sistemi di propulsione con alto grado di potenza a fronte di un peso contenuto.

In particolare, la partnership punta a valorizzare il portfolio di tecnologie PEM di AVL e l’esperienza di Red Bull nel design e nella progettazione di componentistica con materiali ultra-leggeri.

In base alle prime valutazioni, le due società prevedono di poter sviluppare una soluzione in grado di raggiungere una densità di potenza pari a 6kW/Kg a livello di stack e a 2kW/Kg a livello di sistema fi fuel cell.

Rob Gray, Technical Director di Red Bull Advanced Technologies, ha commentato: “Siamo felici di lavorare insieme ad AVL per sviluppare fuel cell ad elevata densità di potenza. Si tratta di un’iniziativa che può dimostrare come le tecnologie nate per le corse possano contribuire a risolvere problemi nel mondo reale”.

“Siamo molto orgogliosi di collaborare con Red Bull” ha aggiunto Jürgen Rechberger, Vice President di AVL. “Questa partnership ci consentirà di migliorare le nostre fuel cell aumentando la densità energetica, potendo quindi andare incontro alle esigenze dei settori ad elevate performance come le competizioni motoristiche e l’aviazione”.