L’azienda emiliana GVS avvierà la produzione di un innovativo diaframma per elettrolizzatori alcalini

GVS – azienda emiliana attiva nella fornitura di soluzioni di filtrazione avanzate per applicazioni altamente critiche – ha annunciato l’intenzione di costruire un nuovo impianto produttivo per la fabbricazione di un innovativo diaframma per sistemi di elettrolisi alcalina dell’acqua, utilizzati per la produzione di idrogeno verde.

Il nuovo diaframma – spiega la società in una nota – è stato sviluppato internamente dal dipartimento ricerca & sviluppo di GVS, sfruttando la consolidata esperienza del gruppo nella produzione di membrane e materiali filtranti, e fornirà elevate prestazioni in termini di durata, conduttività elettrochimica e separazione dei gas. La decisione di effettuare questo investimento arriva a valle di un periodo di test con clienti selezionati, che hanno confermato le prestazioni superiori e l’affidabilità della nuova membrana.

Il nuovo impianto produttivo sarà realizzato presso la sede di GVS a Zola Predosa (Bologna) e avrà la capacità di fornire l’equivalente di 4 GW/anno di capacità di un elettrolizzatore per la produzione di idrogeno verde (320.000 tonnellate H2/anno prodotte). Si prevede che il Capex totale associato al progetto sarà nell’ordine di 4 milioni di euro e verrà finanziato tra l’anno fiscale 2024 e l’anno fiscale 2025 con le risorse finanziarie disponibili. Il lancio commerciale del diaframma è previsto nella seconda metà dell’anno 2025, con impatti in termini di generazione di ricavi a partire dall’anno 2026. Essendo il Progetto pienamente in linea con la Strategia Europea sull’Idrogeno (COM/2020/301), che mira a raggiungere una capacità installata di elettrolizzatori di 40 GW entro il 2030, GVS presenterà una richiesta di finanziamento al Fondo Europeo per l’Innovazione (EU Innovation Fund), uno dei più grandi programmi di finanziamento al mondo per tecnologie innovative a basse emissioni di CO2.

Massimo Scagliarini, Amministratore Delegato di GVS, ha commentato: “Sono lieto che la tecnologia GVS possa contribuire al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione per le generazioni future e che l’ingresso nel mercato attrattivo e in forte crescita dell’idrogeno verde rappresenti un passo importante per lo sviluppo della nostra società. Questo nuovo prodotto, interamente sviluppato dal team di ricerca & sviluppo di GVS, testimonia le nostre superiori capacità nello sviluppo di soluzioni altamente innovative per la filtrazione avanzata e sosterrà attivamente le ambizioni dell’UE di creare una forte economia europea dell’idrogeno”.

Sempre in tema di idrogeno, nel 2022 GVS ha ottenuto un finanziamento di 1,3 milioni di euro

– tramite il bando MITE che ha assegnato i fondi PNRR per la ricerca (pubblica e privata) sull’H2 – per il progetto MAINE – Materiali Innovativi per Elettrolizzatori.