Le 13 linee ferroviarie scelte dal MIMS per sperimentare i treni a idrogeno

Sono 11 le regioni individuate dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile per avviare la sperimentazione del trasporto ferroviario a idrogeno grazie alle risorse stanziate a tal fine dal PNRR.

Come reso noto da Mauro Coltorti, presidente della Commissione Lavori pubblici e Trasporti del Senato per il M5S sul suo profilo Facebook, si partirà prima da Lombardia, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Calabria e Umbria e poi si aggiungeranno anche la Sardegna, il Piemonte, il Lazio, la Toscana e l’Emilia Romagna.

Questa, nel dettaglio, la lista delle 13 tratte individuate dal Governo: Calabria, linea Reggio Calabria-Catanzaro; Sardegna, potenzialmente tutte le linee; Sicilia, linee Siracusa-Modica, Modica-Gela, Gela-Canicattì, Lentini-Gela; Toscana/Emilia, linea Faentina (Firenze-Faenza) e Lucca-Aulla; Umbria/Lazio/Abruzzo, linea Terni-Rieti-Sulmona. A queste si aggiungono l’area Lecce-Gallipoli-Leuca per interventi riguardanti autolinee e tratte ferroviarie gestite da ferrovie del Sud Est (gruppo Fs) e la Lombardia, dove Ferrovie Nord Milano sta realizzando la prima hydrogen valley in Valcamonica col progetto H2iseO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.