Le associazioni del settore pubblicano la nuova versione della ‘Hydrogen Infrastructure Map’: inseriti tutti i progetti PCI e PMI

È online, a questo indirizzo, la versione aggiornata della ‘Hydrogen Infrastructure Map’, mappa interattiva realizzata – su richiesta della Commissione Europea – della 6 associazioni industriali ENTSOG (European Network of Transmission System Operators for Gas), GIE (Gas Infrastructure Europe), Eurogas (associazione che raggruppa diversi soggetti lungo tutta la value chain del gas naturale), CEDEC (Federazione europea delle energy company locali), GEODE (associazione di utility energetiche), GD4S (Gas Distributors for Sustainability), che per la prima volta identifica i progetti con lo status di PCI (Project of Common European Interest) e PMI (Project of Mutual Interest).

La piattaforma digitale mette in mostra, fornendo diverse tipologie di dati, l’evoluzione dell’infrastruttura per l’idrogeno in fase di realizzazione nei diversi Paesi europei, considerando gli impianti di distribuzione, trasmissione, stoccaggio, terminal per l’import, consumo e produzione proiettandone lo sviluppo al 2030, 2040 e 2050.

Le informazioni necessarie ad aggiornare la mappa interattiva vengono raccolte con un approccio ‘bottom up’, che prevede che siano gli stessi sviluppatori dei progetti a fornire i dati alle associazioni promotrici dell’iniziativa.

Attualmente, la mappa include circa 500 progetti relativi all’idrogeno, di cui: 130 progetti per la trasmissione di idrogeno, 60 progetti per la distribuzione, 70 progetti di stoccaggio, 20 progetti relativi a terminal portuali per l’importazione, 20 progetti di utilizzo di idrogeno (domanda) e 170 progetti di produzione di H2.

Le associazioni coinvolte si sono impegnate ad aggiornare la mappa 2 volte all’anno: il prossimo update è schedulato durante il quarto trimestre 2024.