Le fuel cell di Bloom Energy sbarcano a Maranello: Ferrari è il primo cliente europeo dell’azienda californiana

L’azienda americana Bloom Energy, specializzata in soluzioni tecnologiche per le energie rinnovabili e l’idrogeno verde, ha il suo primo cliente europeo: si tratta di Ferrari, la storica casa automobilistica italiana, uno dei brand del lusso più famosi a livello mondiale.

Le due società hanno firmato un accordo in base al quale Bloom installerà un sistema di fuel cell da 1 MW presso gli stabilimenti Ferrari di Maranello (Modena).

Le celle a combustibile dell’azienda basata a San Jose, in California, possono trasformare idrogeno, gas naturale e altri combustibili green (come il biogas) in energia elettrica senza combustione e consentiranno quindi a Ferrari di ridurre le emissioni di CO2 del suo storico stabilimento emiliano.

L’impianto di Bloom, installato nei giorni scorsi, inizialmente sarà in grado di fornire il 5% dell’energia elettrica richiesta dall’impianto produttivo di Ferrari e consentirà di ridurre del 20% il consumo di gas rispetto all’impianto di cogenerazione heat and power (CHP) attualmente in uso, raggiungendo così un duplice obbiettivo: arginare l’impatto economico del gas naturale – i cui prezzi, come noto, hanno raggiunto livelli record – e contemporaneamente ridurre l’impatto ambientale dell’headquarter di Maranello. Inoltre, se alimentate a idrogeno, le celle a combustibile di Bloom consentiranno di generare energia elettrica a zero emissioni.

“La Ferrari è un marchio leggendario dell’automobilismo di lusso, e Bloom Energy apprezza particolarmente il suo impegno per mantenere sempre il massimo livello l’eccellenza operativa e al contempo rendere carbon neutral la sua intera value chain entro il 2030” ha commentato KR Sridhar, fondatore, Chairman e CEO di Bloom Energy. “Collaborando a questo progetto potremo dimostrare come anche le industrie energivore, tra cui quella automotive, possono essere decarbonizzate utilizzando fonti di energia pulita ed affidabile. La piattaforma di fuel cell di Bloom Energy è una soluzione ‘best-in-class’ per un produttore di auto di lusso altrettanto ‘best-in-class”.

“Ferrari sta lavorando duramente per raggiungere l’obbiettivo della carbon neutrality entro il 2030 attraverso l’adozione di tecnologie innovative e adottando un approccio scientifico ai problemi, che è parte integrante del nostro DNA” ha aggiunto il CEO dell’azienda italiana Benedetto Vigna. “Siamo felici di poter collaborare con Bloom Energy e orgogliosi di ospitare la sua prima installazione europea”.

n produttore di auto di lusso altrettanto ‘best-in-class”.