L’inglese Aquaterra Energy e l’olandese Seawind svilupperanno in Italia un maxi-impianto offshore di eolico e idrogeno

L’azienda britannica Aquaterra Energy e quella olandese Seawind Ocean Technology hanno annunciato che svilupperanno in acque italiane quello che – a loro dire – sarà il più grande impianto di produzione di energia eolica e idrogeno verde in ambito offshore del mondo.

Il progetto, chiamato HyMed, dovrebbe entrare in funzione entro il 2027.

Le due aziende – si legge in una nota congiunta – hanno già avviato l’iter autorizzativo sia relativamente alla connessione dell’impianto offshore con la rete elettrica terrestre, sia per ciò che riguarda la valutazione di impatto ambientale.

Aquaterra Energy e Seawind sottolineano che tutto l’equipment necessario allo sviluppo di HyMed verrà realizzato in Italia, creando migliaia di nuovi posti di lavoro qualificati.

Una volta che l’impianto offshore sarà pienamente operativo, sarà in grado di generare 3,2 GW di elettricità e 1 GW di idrogeno verde, che le due aziende prevedono di trasportare a terra tramite pipeline oppure via nave, per poi distribuirlo sul mercato italiano e globale.

“I Governi e le aziende private stanno riconoscendo il ruolo dell’idrogeno come risorsa vitale per raggiungere gli obbiettivi di decarbonizzazione e di sicurezza energetica. In questo contesto – ha sottolineato Anne Haase, Renewables Director di Aquaterra Energy – siamo pronti a cogliere le grandi opportunità che si presenteranno grazie a questo progetto e alla partnership con Seawind”.

Al momento Aquaterra Energy e Seawind non hanno rivelato dove sarà ubicato questo nuovo impianto, né a quanto ammontano gli investimenti stimati per lo sviluppo di HyMed.