L’italiana SolydEra si allega con le aziende olandesi Bosal Energy e VDL Groep per l’industrializzazione dei suoi elettrolizzatori a ossidi solidi

L’azienda italiana SolydEra (ha sede a Pergine Valsugana, in Trentino Alto Adige) ha definito un’alleanza strategica con le due società olandesi Bosal Energy N.V. e VDL Groep finalizzata ad accelerare lo sviluppo e la produzione di Solid Oxide Electrolyzer e Solid Oxide Fuel Cells a livello industriale.

Questa partnership – si legge in una nota congiunta – consente di combinare l’esperienza di SolydEra nella realizzazione di stack con tecnologia a ossidi solidi per elettrolizzatori e fuel cell, la capacità di Bosal di sviluppare sistemi ‘Hot Balance of Plants’ (HotBops) e le competenze di VDL nei processi di industrializzazione.

Per il momento i vertici delle 3 società hanno firmato un Memorandum of Understanding, propedeutico ad un accordo di cooperazione più articolato che verrà finalizzato entro l’estate.

Le stack SOEC (solid oxide electrolyzer cell) di SolydEra, che vengono realizzate in moduli da 125 kW i quali possono essere combinati per formare sistemi di elettrolisi con capacità compresa tra 1 e 100 MW, sono in grado di raggiungere livelli di efficienza superiori al 90% secondo l’azienda trentina, superando quindi le performance di altre tecnologie di elettrolisi più ‘tradizionali’.

“Per affrontare le sfide ambientali, che sono sempre più urgenti, stiamo cercando di accelerare l’introduzione sul mercato della nostra tecnologia di elettrolisi grazie alla collaborazione di Bosal Energy e VDL” ha commentato Martin Füllenbach, Chairman e CEO di SolydEra. “Questo accordo unisce l’esperienza di 3 aziende leader nei rispettivi settori, per rispondere alla crescente domanda e contribuire alla decarbonizzazione dell’industria”.

Per Karel Bos, CEO di Bosal Energy, “unire le forze ci consente di esplorare nuove opportunità e migliorare l’efficienza, grazie alle sinergie che potremo creare integrando le competenze complementari delle 3 società”. Guustaaf Savenije, Executive Vice President di VDL Groep, ha aggiunto: “Ridurre i costi di produzione degli elettrolizzatori è una delle nostre priorità. Grazie ai nostri impianti produttivi e alla nostra esperienza nella manifattura industriale, potremo dare un contributo determinante al raggiungimento di questo obbiettivo”.