MAN Energy Solutions e MITSUI Engineering & Shipbuilding testano con successo (per la prima volta) l’uso di idrogeno per alimentare un motore navale a due tempi

La giapponese MITSUI Engineering & Shipbuilding, licenziataria del gruppo MAN Energy Solutions, ha completato con successo nel suo impianto sperimentale di Tamano il test di un motore navale a due tempi MAN B& alimentato al 100% a idrogeno: una prima assoluta per l’industria marittima globale.

Insieme alla stessa MAN, MITSUI ha convertito uno dei 4 cilindri di un motore MAN B&W ME-GI (-Gas Injection) per l’alimentazione ad H2, che è stato iniettato nel propulsore tramite un sistema di gestione del gas sviluppato dalla stessa azienda nipponica nel 2023.

MITSUI ha fatto ‘girare’ il motore alimentato a idrogeno in diverse condizioni operative, non riscontrando problemi e confermando una riduzione delle emissioni di CO2 del 95%: la quota residua è legata all’utilizzo di un fuel fossile ‘pilota’, per dare avvio alla combustione.

“Questo è il primo test svolto con successo nel mondo di un motore marino a 2 tempi alimentato a idrogeno” ha scritto MITSUI in una nota. “Grazie all’esito di questa sperimentazione, ci siamo avvicinati di un altro passo allo sviluppo di una nave a zero emissioni in grado di utilizzare idrogeno come combustibile per la propulsione”.

Brian Østergaard Sørensen, Vice President e Head of Research & Development Two-Stroke Business di MAN Energy Solutions, ha dichiarato: “Questa sperimentazione è illuminante e ci dà molto materiale su cui lavorare. MAN è impegnata a supportare il percorso di decarbonizzazione dell’industria marittima, collaborando con partner di primo piano come MISTUI ogni volta che ciò è possibile”.

Bjarne Foldager, Country Manager per la Danimarca di MAN Energy Solutions, ha aggiunto: “Abbiamo lavorato a stretto contatto con MITSUI a questo progetto di ricerca e siamo molto felici dei risultati raggiunti. L’esito del test conferma i vantaggi e la flessibilità dei motori a due tempi, e ci aiuta ad essere pronti per l’arrivo dell’idrogeno non soltanto come materia prima di fuel derivati, ma come combustibile esso stesso”.