McPhy avrà presto una nuova fabbrica di ‘refueling station’ di H2: la capacità crescerà da 20 a 150 unità all’anno

Cresce la capacità industriale di McPhy, gruppo francese specializzato nelle tecnologie per l’idrogeno verde. L’azienda ha infatti annunciato che da marzo 2022 diventerà operativo un nuovo sito produttivo ubicato nella città di Grenoble, dove troveranno spazio le attività di ricerca e sviluppo (attualmente distribuite tra la stessa Grenoble e La Motte-Fanjas), di ingegnerizzazione e di produzione di stazioni di rifornimento di H2, che insieme agli elettrolizzatori costituiscono il core-business della corporation transalpina.

Grazie al nuovo impianto, a partire dal prossimo anno la capacità di produzione di HRS (Hydrogen Refueling Stations) di McPhy crescerà di oltre 7 volte: dalle attuali 20 fino a 150 unità all’anno, creando parallelamente almeno 100 nuovi posti di lavoro nell’area di Grenoble.

“Questo nuovo sito produttivo costituisce un importante punto di svolta nella storia dell’azienda e nella nostra transizione verso una dimensione industriale” ha commentato Laurent Carme, CEO di McPhy. “Siamo dotati di tutti gli asset tecnologici e industriali per poter servire il crescente mercato della mobilità a idrogeno. Voglio quindi ringraziare tutto il team di McPhy che ha lavorato rendendo possibile questo progetto e tutte le amministrazioni centrali e locali per il loro supporto”.

L’incremento della capacità produttiva da 20 a 150 stazioni di rifornimento di idrogeno all’anno, reso possibile dal nuovo impianto, consentirà – spiega l’azienda nella sua nota – una parallela e sensibile riduzione dei costi di produzione, garantendo anche tempi di consegna rapidi e certi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.