McPhy fornirà al progetto CEOG un elettrolizzatore da 16 MW

L’azienda francese McPhy, specializzata nelle tecnologie per la filiera dell’idrogeno verde, è stata scelta per equipaggiare con un proprio elettrolizzatore da 16 MW di capacità la Centrale Électrique de l’Ouest Guyanais (‘CEOG’ o Western French Guiana Power Plant), il più grande progetto per una nuova centrale elettrica che combina produzione tramite energia fotovoltaica e stoccaggio massivo, per 128 MWh, principalmente nella forma di H2.

Lo scopo del progetto – spiega la stessa McPhy in una nota – è quello di raggiungere una produzione elettrica stabile in tutte le situazioni, notte e giorno, esattamente come avviene con una centrale termica (a carbone o a gas; ndr), azzerando però le emissioni di CO2.

“Il progetto CEOG è unico nel suo genere per obbiettivi, carattere innovativo e per la collaborazione che metteranno in campo diversi leader del settore” ha commentato Luc Poyer, Chairman e acting-CEO di McPhy.  “Voglio ringraziare i promotori Meridian, SARA e HDF per aver dato via a questa iniziativa visionaria. Fornendo un elettrolizzatore da 16 MW in grado di produrre 860 tonnellate di idrogeno verde al giorno, McPhy dimostra la sua capacità tecnologica e industriale di partecipare al progetto CEOG e quindi la sua abilità di contribuire allo scale-up della filiera dell’idrogeno nell’ambito della transizione energetica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *