NatPower H e Bluegame (Sanlorenzo) portano a termine a La Spezia il primo rifornimento di idrogeno ad uso navale in Italia

NatPower H – primo sviluppatore di infrastrutture per il refueling dell’idrogeno verde nella nautica da diporto – e Bluegame, società cantieristica nautica appartenente al gruppo Sanlorenzo, hanno completato il primo rifornimento di idrogeno ad uso navale in Italia, e tra i primi al mondo, a bordo del BGH, la chase boat a zero emissioni che assisterà due dei team che parteciperanno alla 37ª America’s Cup.

L’operazione consolida il legame tra Bluegame e NatPower H, che puntano a sviluppare una strategia a lungo termine a supporto della transizione energetica del settore, con l’obiettivo di incentivare l’utilizzo dell’idrogeno nella nautica da diporto.  

Il refueling di idrogeno verde di BGH – avvenuto presso il cantiere navale Sanlorenzo di La Spezia, con il supporto dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale – è stato effettuato con successo a una pressione di circa 180 bar, ed è durato circa 30 minuti, dando ufficialmente il via alla fase di testing delle due imbarcazioni, che culminerà con un rifornimento finale a una pressione di 350 bar, previsto per il mese di luglio.

“La storia di Bluegame è una storia di coraggio. Il coraggio di osare sempre, (Memento audere semper, come direbbe Gabriele d’Annunzio)” ha dichiara Carla Demaria, CEO di Bluegame. “Sin dalle sue origini, con la nascita della prima imbarcazione della gamma BG, non convenzionale, che sfugge ad ogni categorizzazione e che ha creato un segmento a sé nel settore, alla più recente sfida tecnologica di progettare e costruire secondo l’esigentissimo protocollo di Coppa America – BGH, la chase boat alimentata esclusivamente a idrogeno che volerà letteralmente su foil a 50 nodi a zero emissioni (solo poche gocce d’acqua), al fianco del team americano American Magic e di quello francese Orient Express Racing Team, challengers alla 37ª edizione di Coppa America”.

“Il completamento del rifornimento della chase boat è un’operazione che rivoluziona il mercato nautico italiano e internazionale, aprendo la strada a nuove generazioni di imbarcazioni a zero emissioni di CO2” ha aggiunto Andrea Minerdo, CEO di NatPower H. “Una nuova rotta che NatPower H ha deciso di intraprendere e di tracciare realizzando la prima infrastruttura capillare al mondo per il rifornimento di idrogeno nella nautica da diporto. Un progetto che segna anche una nuova destinazione nel modo di navigare. Grazie all’’utilizzo di H2 come combustibile green abbiamo il potenziale di ridisegnare una nautica più attenta alla bellezza dell’ambiente e responsabile della fragilità del nostro ecosistema marino. L’impegno e l’unione tra NatPower H e Bluegame rappresentano il primo passo fondamentale verso la transizione green dell’industria degli yacht e dei superyacht”.