Navi ad H2: Fincantieri vara la ZEUS mentre la Suiso Frontier ha prelevato il suo primo carico

In questi giorni due eventi significativi hanno interessato il settore delle navi a idrogeno: un’applicazione, quella dell’H2 in ambito marittimo, ancora in gran parte potenziale, che tuttavia inizia ad assumere le prime forme concrete, in Italia e nel Pacifico.

Nel primo caso, protagonista è la ZEUS, l’imbarcazione sperimentale con propulsione elettrica – alimentata sia da batterie sia da fuel cell ad H2 (queste ultime fornite dall’azienda tedesca Proton Motor Fuel Cell) – che Fincantieri sta realizzando a Castellammare di Stabie e che nei prossimi anni navigherà (sarà la prima unità con propulsione a idrogeno a farlo sotto bandiera italiana) per testare e confrontare le diverse tecnologie ‘zero emission’ di cui sarà dotata.

Il gruppo navalmeccanico con base a Trieste ieri (31 gennaio) ha infatti celebrato presso il suo cantiere campano il varo tecnico della ZEUS (Zero Emission Ultimate Ship), il cui scafo ha così toccato per la prima volta l’acqua a circa un anno e mezzo dall’avvio dei lavori di costruzione, che sono partiti nel settembre 2020.

Ma non finisce qui, per quanto riguarda le navi ad H2: la Suiso Frontier, la prima nave porta-idrogeno liquido del mondo, è infatti diretta in Giappone con il suo primo carico prelevato in Australia.

La nave, costruita lo scorso anno dal cantiere giapponese Kawasaki Heavy Industries nell’ambito del progetto pilota Hydrogen Energy Supply Chain (HESC), era salpata dal Sol Levante a fine dicembre scorso, diretta nel porto australiano di Hastings, dove ha preso a bordo il suo primo carico di idrogeno liquefatto. Da lì la Suiso, che ha una stazza lorda di 8.000 tonnellate ed è in grado di stivare fino a 75 tonnellate di H2 liquefatto, e di mantenerlo tale ad una temperatura di -253 °C, è poi ripartita alcuni giorni fa (il 28 gennaio), dirigendosi verso Kobe dove – presumibilmente a metà febbraio – sbarcherà il suo carico per completare quella che è stata a tutti gli effetti la prima spedizione marittima internazionale di idrogeno.