Nel 2023 Enapter raddoppia il fatturato e raggiunge un EBITDA positivo per la prima volta nella sua storia

Il 2023 è stato un anno di svolta per Enapter, che ha visto il fatturato raddoppiare rispetto all’anno precedente e, per la prima volta nella sua storia, ha totalizzato un EBITDA positivo.

L’azienda tedesca specializzata nella produzione di elettrolizzatori AEM – presente anche in Italia con una propria sede a Crespina Lorenzana, in provincia di Pisa – ha diffuso i dati preliminari relativi allo scorso esercizio, durante il quale le vendite complessive hanno raggiunto 31,5 milioni di euro, con un incremento del 114% rispetto al 2022.

Inoltre, l’EBITDA – per la prima volta in positivo nella storia della società – si è attestato a 400.000 euro, in forte incremento rispetto al valore negativo per 10,58 milioni del 2022. Ancora in rosso il risultato netto, negativo per 7,1 milioni di euro, comunque in miglioramento rispetto alla perdita di 12,98 milioni dell’anno precedente.

L’orderbook complessivo si attesta invece a 26 milioni di euro, di cui 14 milioni relativi però all’anno fiscale 2024.

Per quanto riguarda l’evoluzione della domanda, cresce l’interesse dei potenziali clienti per gli elettrolizzatori AEM Multicore di maggiori dimensioni, con capacità multi-MW, che attualmente sono oggetto del 95% delle richieste di preventivo rivolte all’azienda. Un dato – scrive Enapter nella sua nota – che conferma la crescita della domanda di questo tipo di impianti da parte di operatori industriali e logistici che hanno bisogno di produrre elevati quantitativi di idrogeno verde.

Tra i vantaggi degli elettrolizzatori con tecnologia AEM, la società ricorda la loro modularità e scalabilità e il fatto che non richiedono materiali rari e costosi per la loro produzione (in particolare iridio).

“In base ai dati preliminari che abbiamo raccolto, il 2023 si conferma il migliore esercizio nella storia dell’azienda” ha commentato Jürgen Laakmann, CEO di Enapter. Siamo particolarmente felici di aver raggiunto per la prima volta un EBITDA positivo. Siamo convinti che tutto ciò possa consolidare il ruolo che Enapter sarà in grado di svolgere nel percorso di decarbonizzazione grazie ai suoi elettrolizzatori modulari e privi di metalli preziosi. La nostra attività ora si concentrerà sull’apertura di nuovi mercati per la tecnologia AEM e sulla generazione di ulteriore potenziale di crescita”.