NEL Hydrogen si rivolge all’italiana SIAD per la componentistica dei suoi elettrolizzatori

SIAD Macchine Impianti (SIAD MI), azienda italiana attiva – tra le altre cose – nella progettazione e realizzazione di compressori idrogeno, con migliaia di unità installate in tutto il mondo, ha annunciato di aver firmato un accordo quadro con NEL per la fornitura di compressori a idrogeno a destinati ad equipaggiare gli elettrolizzatori prodotti dalla società norvegese.

Grazie alla casa madre SIAD, che produce e distribuisce gas tecnici da quasi un secolo, ed alla sua esperienza diretta con migliaia di clienti in tutti i continenti del mondo, SIAD MI – si legge in una nota – dispone di un know-how specifico e ad elevato livello tecnologico per la compressione di H2 e in particolare della sua variante green.

“Siamo molto soddisfatti di avere sottoscritto questo accordo. È molto importante fornire ai nostri clienti delle soluzioni competitive in termini di TCO (Total Cost od Ownership): attraverso questo frame-agreement abbiamo raggiunto tale obiettivo, ancora più significativo nell’ambito dell’applicazione del green hydrogen” ha dichiarato Fabio Margheritti, Business Development Manager di SIAD Macchine Impianti.

Questo nuovo accordo di collaborazione si è già concretizzato con un primo ordine comprensivo di: 2 compressori per wet hydrogen (modello HMS4-4) e 1 compressore ossigeno (modello MS3-3), ambito in cui SIAD MI è leader mondiale, installati presso un impianto da 20 MW, situato in Svezia.

“L’accordo con SIAD MI è un passo importante per consentire a NEL di realizzare elettrolizzatori ancora più competitivi per la produzione di idrogeno verde compresso” ha aggiunto Marius Larsen, Supply Chain Director di NEL.