NextChem firma un accordo con SUEZ International per sviluppare progetti Waste-to-Chemicals in Italia

Il gruppo Maire Tecnimont ha annunciato che la sua controllata NextChem, attraverso la società MyRechemical, ha firmato un protocollo d’intesa con la filiale italiana di SUEZ International, finalizzato a sviluppare la collaborazione esistente nell’ambito dei progetti Waste-to-Chemicals in Italia.

L’accordo è stato firmato durante Ecomondo, uno degli eventi più importanti in Europa e nel Mediterraneo per l’innovazione tecnologica e industriale nel settore dell’economia verde e circolare, in corso in questi giorni alla Fiera di Rimini (in ‘parallelo’ con Key Energy).

NextChem e SUEZ stanno già collaborando con successo a diversi progetti e studi di fattibilità, tra cui il progetto Waste-to-Methanol & Hydrogen di Empoli, promosso da Alia Servizi Ambientali e basato sulla tecnologia Waste-to-Chemicals di NextChem.

Questo accordo getterà le basi per una possibile partecipazione di SUEZ come attore industriale e potenziale investitore di altri progetti Waste-to-Chemicals promossi da NextChem in Italia, sfruttando l’expertise tecnologica di NextChem e la leadership internazionale di SUEZ nella gestione dei rifiuti e delle acque.

Alessandro Bernini, Amministratore Delegato del gruppo Maire Tecnimont e di NextChem, ha commentato: “Siamo lieti che la nostra tecnologia Waste-to-Chemicals sia vista con grande interesse da un player mondiale come SUEZ. L’accordo conferma l’affidabilità della nostra proposta tecnologica, che vede il gruppo Maire Tecnimont giocare un ruolo sempre più strategico e rilevante nello sviluppo dell’economia circolare in Italia e all’estero grazie alle nostre ineguagliabili capacità e competenze”.