Nikola e IVECO inaugurano il nuovo stabilimento tedesco di Ulm, dove verrà prodotto il camion Nikola Tre

Con una cerimonia – ristretta, causa norme anti-Covid – Nikola e IVECO hanno ufficialmente presentato e inaugurato il nuovo stabilimento produttivo di Ulm, in Germania.

Entro la fine di quest’anno nel sito tedesco, realizzato grazie ad un investimento congiunto dei due gruppi, inizierà la produzione del camion elettrico Nikola Tre a batteria (Battery Electric Vehicle, BEV), i cui primi esemplari verranno consegnati a clienti americani nel corso del 2022.

Durante l’evento – a cui hanno partecipato Gerrit Marx, President Commercial & Specialty Vehicles di CNH Industrial e CEO designato del futuro Gruppo Iveco; Mark Russell, Chief Executive Officer e President di Nikola; Winfried Herrmann, Ministro dei trasporti del Baden-Württember; Martin Bendel, primo sindaco della città di Ulm; Massimiliano Lagi, Console Generale d’Italia a Stoccarda, in Germania – le due aziende hanno anche presentato il prototipo della versione elettrica ibrida a celle a combustibile (Fuel Cell Hybrid Electric Vehicle, FCEV) del Nikola Tre, alimentata a idrogeno, che entrerà in produzione a Ulm entro la fine del 2023.

“Nonostante tutte le sfide causate dalla pandemia, non solo a livello industriale ma anche globale, che abbiamo dovuto affrontare fin dal primo annuncio di questa partnership, nel settembre 2019, è estremamente gratificante essere qui oggi come un solo team per assistere al compimento di tutto il nostro duro lavoro: un traguardo raggiunto nei tempi previsti e secondo i piani originali”, ha affermato Gerrit Marx durante il suo discorso inaugurale. “Grazie alla comprovata competenza di IVECO e alla sua consolidata presenza, abbiamo fornito una piattaforma su cui la tecnologia di Nikola può continuare a crescere e svilupparsi. Ora il nostro obiettivo principale è assicurare il successo di questa operazione e assumere congiuntamente la leadership nell’ambito del trasporto pesante a breve e lungo raggio che sia neutrale dal punto di vista dell’impatto climatico”.

Esteso su una superficie di 50.000 metri quadri, di cui 25.000 coperti, l’impianto di produzione di Ulm è contraddistinto da un processo di assemblaggio finale per veicoli ‘nati elettrici’. Inizialmente la nuova linea di produzione sarà in grado di fabbricare circa 1.000 unità all’anno e si prevede un progressivo aumento produttivo negli anni successivi.

“Questo nuovo stabilimento costituisce un ulteriore importante traguardo per Nikola nell’attuazione della nostra strategia e visione di essere un leader globale nelle soluzioni di trasporto a zero emissioni” ha aggiunto il CEO dell’azienda americana Mark Russell.

Basato sulla piattaforma del camion IVECO S-WAY con assale elettrico co-progettato e prodotto da FPT Industrial, il veicolo Nikola Tre è caratterizzato dalla tecnologia elettrica e delle celle a combustibile di Nikola, insieme a componenti chiave forniti da Bosch. Insieme, i team hanno progettato una piattaforma modulare in cui è possibile integrare sia la tecnologia delle celle a combustibile sia quella della propulsione a batteria. La tecnologia a batteria, introdotta per prima, orienterà la maturità della piattaforma sottostante, gettando le premesse per aggiungere la cella a combustibile come tecnologia di estensione della gamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *