Nikola ed E.ON insieme per la diffusione dei camion a idrogeno in Europa: pronta una nuova joint-venture

L’azienda americana Nikola Motor e il gruppo energetico tedesco E.ON costituiranno una joint-venture che avrà come obbiettivo lo sviluppo di soluzioni per la mobilità pesante a idrogeno in Europa.

Mentre Nikola metterà a disposizione i suoi camion a fuel cell, E.ON fornirà le tecnologie per l’assistenza post-vendita, la manutenzione e la realizzazione di infrastrutture per il refueling, proponendo così ai potenziali clienti del Vecchio Continente un’offerta di prodotti e servizi completa, in grado di contribuire alla decarbonizzazione del trasporto stradale pesante.

L’obbiettivo dei due partner è promuovere i vantaggi che l’H2 è in grado di assicurare ad un costo uguale o minore rispetto alle soluzioni diesel tradizionali, in termini di TCO (Total Cost of Ownership).

Per Nikola – che produce truck sia a idrogeno sia a batteria, in partnership con IVECO per il mercato europeo – è realistico ipotizzare che nel settore del trasporto pesante Fuel Cell Electric Vehicle (FCEV) e Battery Electric Vehicle (BEV) possano coesistere: i primi per le lunghe percorrenze e le situazioni in cui il rifornimento deve essere rapido, i secondi per servizi a più corto raggio e con schedule regolari (per poter programmare le soste di ricarica).

“Il nostro obbiettivo è guidare la transizione energetica in Germania e in tutta Europa. Per questo abbiamo bisogno di offrire ai clienti soluzioni innovative, di cui la joint-venture con Nikola è un esempio eccellente” ha commentato Patrick Lammers, COO Customer Solutions di E.ON. “Noi possiamo contribuire con il nostro know-how lungo la filiera dell’idrogeno e aitare a ridurre le emissioni di CO2”.

“Nikola conosce bene le dinamiche della domanda di trasporto e continuerà a sviluppare soluzioni efficienti e competitive per mettere a disposizione dei nostri clienti camion e infrastrutture di ricarica a idrogeno” ha aggiunto Per Michael Lohscheller, Presidente di Nikola Corporation. “Questa joint-venture ci consentirà di sfruttare la competenza di E.ON nella gestione di network energetici per guidare la transizione dell’industria europea dei trasporti”.