Norsk e-Fuel e Paul Wurth produrranno in Norvegia fuel sintetici per l’aviazione (ricavati da H2 e CO2) con tecnologia ‘made in Italy’ fornita da NextChem

Il primo impianto per la produzione su scala industriale di fuel sintetici per l’aviazione derivati dalla combinazione di idrogeno verde e anidride carbonica (SAF – Sustainable Technology Solutions), che sorgerà a Mosjøen, in Norvegia, per iniziativa di Norsk e-Fuel e del suo azionista Paul Wurth (gruppo SMS), adotterà tecnologia ‘mede in Italy’.

NextChem, parte del gruppo MAIRE, ha infatti firmato (tramite la sua controllata NextChem Tech) con le due società un contratto relativo ad un pacchetto di licensing ed ingegneria relativo alla sua tecnologia proprietaria NX CPO. Si tratta, spiega la stessa NextChem in una nota, di un processo innovativo e avanzato per produrre gas di sintesi tramite un’ossidazione parziale controllata, attraverso una reazione molto veloce. Applicata alla produzione di combustibili sintetici, contribuisce a migliorare il rendimento del recupero del carbonio.

Il primo impianto sviluppato da Norsk e-Fuel avrà una capacità produttiva di 40.000 tonnellate annue di carburanti sintetici e sarà operativo dopo il 2026. Sulla base del progetto iniziale, è prevista poi la costruzione di altri due impianti con una capacità di circa 80.000 tonnellate annue ciascuno entro il 2030. L’obiettivo è quello di ridurre efficacemente le attuali emissioni dei voli aerei sfruttando l’uso di tecnologie all’avanguardia per produrre carburanti sintetici per l’aviazione.

Alessandro Bernini, CEO di MAIRE, ha commentato: “Siamo orgogliosi di far parte di questa innovativa iniziativa tecnologica con il gruppo SMS e Norsk e-Fuel, volta a industrializzare la produzione di SAF in Norvegia”. Karl Hauptmeier, CEO di Norsk e-Fuel, ha aggiunto: “La nostra collaborazione con NextChem Tech è un altro passo avanti verso il miglioramento dell’efficienza delle emissioni di carbonio dei nostri processi produttivi e la contemporanea riduzione dei costi. Siamo grati per questa partnership di grande impatto e non vediamo l’ora che si giunga a una integrazione perfetta di tutte le tecnologie”. Paul Tockert, Vicepresidente esecutivo del gruppo SMS Metallurgy, ha sottolineato: “L’ingresso di NextChem Tech completa il quadro complessivo dei fornitori di tecnologia coinvolti nel progetto. Questa collaborazione consente a Nork e-Fuel di migliorare l’efficienza dei processi e la competitività nel mercato dei carburanti sintetici. Con tutti i partner a bordo e l’avvio del FEED, siamo fiduciosi di portare questo progetto a un successo storico”.