Nuovi investitori ‘di peso’ per Zhero, la start-up green lanciata da Marco Alverà

Hanno nomi ben noti nei settori dell’energia, dell’ingegneria e della finanza gli investitori che hanno aderito all’ultimo round di raccolta di capitali lanciato da Zhero, la start-up green foandata da Marco Alverà (ex CEO di Snam), Paddy Padmanathan, Alessandra Pasini (ex CFO di Snam) e Enrico Vitali.

Si tratta, tra gli altri, di TotalEnergies, Baker Hughes, Technip Energies e Azimut, che hanno deciso di investire in Zhero Europe (controllata di Zhero, che a sua volta è uno degli investitori in TES – Three Energy Solutions, società tedesca guidata da Marco Alverà) per sostenere l’azienda nel suo progetto di sviluppo di hub di produzione di energia rinnovabile in Europa e Africa. Energia che poi verrà trasportata e distribuita sul mercato del Vecchio Continente sotto forma di idrogeno e derivati.

Lo stesso modello che la capogruppo Zhero sta attuando su scala globale, quindi anche negli USA e in Medio Oriente, oltre che in Europa e Africa.

Le risorse apportate dagli investitori consentiranno a Zhero Europe – viene spiegato in una nota – di portare avanti lo sviluppo del suo portfolio di progetti, contando anche sulle competenze e sull’expertise globale dei nuovi partner.

Paddy Padmanathan e Alessandra Pasini, rispettivamente Chairman e CEO di Zhero Europe (Pasini è anche President della controllante Zhero; ndr), hanno dichiarato: “Siamo felici di accogliere nuovi investitori che condividano con noi l’ambizione di accelerare la transizione energetica sviluppando progetti di larga scala e bancabili”.

“La vision di Zhero Europe è quella di portare grandi quantità di energia rinnovabile dalle migliori location per la produzione ai più grandi mercati di consumo, e soprattutto dal Nord Africa all’Europa. Accogliamo quindi positivamente la possibilità di collaborare con loro e con gli altri investitori a sostegno di questi progetti pionieristici” ha aggiunto Stephane Michel, President Gas, Renewables & Power di TotalEnergies.

Anche Lorenzo Simonelli, Chairman e CEO di Baker Hughes, si è detto contento di “supportare lo sforzo di Zhero Europe di portare in tempi rapidi sul mercato grandi quantitativi di energia sostenibile”, obbiettivo in linea con quello di Baker Hughes: “La collaborazione resta un elemento chiave per realizzare un futuro in cui l’energia possa essere sicura, sostenibile e a costi competitivi” ha concluso Simonelli.