Per Enapter ordini di elettrolizzatori in crescita di oltre il 700% nel primo trimestre 2024

Prosegue la ‘striscia’ positiva di Enapter, che nel primo trimestre del 2024 – anche grazie al contributo di alcuni committenti italiani – ha visto decuplicare il valore totale degli ordini ricevuti per i suoi elettrolizzatori AEM.

Dopo i buoni risultati dell’esercizio 2023, infatti, l’azienda tedesca (presente stabilmente anche in Italia tramite lo stabilimento produttivo di Crespina Lorenzana, in provincia di Pisa) ha portato a termine il primo trimestre di quest’anno ottenendo commesse per un ammontare complessivo di 9,28 milioni i euro, rispetto ai 1,27 milioni del Q1 2023, registrando quindi una crescita di circa il 730% su base annua.

Sul totale degli ordini ricevuti, il 75% riguarda elettrolizzatori multicore della serie AEM Nexus megawatt-class, mentre la quota rimanente è riferita ad elettrolizzatori singlecore AEM EL 4, di taglia minore.

Il business generato da nuovi clienti – tra cui ci sono anche le aziende italiane CFFT-Logistics e FILMS – è pari al 60% degli ordini totali, mentre a livello geografico la maggior parte dei contratti è stata firmata in Europa e negli USA (1,5 milioni di euro generati tramite il distributore americano CleanH2 Inc). “In questa fase stiamo ottenendo la fiducia di nuovi clienti che hanno la necessità di produrre idrogeno verde per decarbonizzare le loro attività industriali, ma allo stesso tempo clienti già consolidati stanno piazzando ordini sempre più consistenti, per i loro nuovi progetti” ha commentato Jürgen Laakmann, CEO di Enapter. “Molti dei nuovi clienti hanno scelto i nostri elettrolizzatori anche perché non contengono iridio, e questo dimostra non soltanto che il mercato sta crescendo, ma anche che la nostra tecnologia è in grado di rispondere alle loro necessità in relazione ad un’ampia gamma di applicazioni”.