Plug Power annuncia un maxi-ordine e un nuovo quartier generale in Europa

Con nuovi progetti di idrogeno in fase di start-up in giro per il mondo, cresce costantemente la domanda di elettrolizzatori e i produttori di questo tipo di impianti si strutturano per soddisfare le nuove commesse.

È il caso, per esempio, di Plug Power: l’azienda americana, specializzata nelle tecnologie per la produzione di H2 rinnovabile, ha svelato la location individuata per il suo nuovo headquarter europeo, che si troverà in Germania, e ha annunciato l’ottenimento di un maxi-ordine per un elettrolizzatore da 100 MW destinato all’Egitto.

Per la nuova sede centrale delle proprie attività nel Vecchio Continente, Plug Power ha scelto il porto tedesco di Duisburg. Decisione – spiega la stessa società in una nota – dettata dalle connessioni dirette con gli hub marittimi di Anversa (Belgio) e Rotterdam (Olanda) e dall’elevato numero di potenziali clienti ubicati nell’area industriale della città tedesca, che è anche stata individuata come una delle tre ‘capitali dell’idrogeno’ dal Governo di Berlino, risultando quindi uno snodo centrale della strategia nazionale di decarbonizzazione.

“Plug Power intende svolgere un ruolo importante nello sviluppo di una filiera europea dell’idrogeno verde e l’apertura del nuovo quartier generale a Duisburg supporta questa ambizione” ha commentato il CEO dell’azienda americana Andy Marsh.

La struttura, che nella fase iniziale occuperà un’area di circa 6.500 metri quadrati, ospiterà un innovation center con dei laboratori ingegneristici e un centro di monitoraggio, diagnostica e supporto tecnico, un elettrolizzatore per la produzione di idrogeno in loco, un magazzino logistico e spazi dedicati alla formazione. Ma l’ubicazione all’interno del porto di Duisburg consentirà una futura espansione, in linea con la crescita del settore dell’H2 in Europa.

Nel frattempo, Plug Power ha anche annunciato di aver ricevuto da Fertiglobe, partnership costituita da OCI, dalla Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) e da Scatec (Sovereign Fund of Egypt and Orascom Construction), un ordine per la fornitura di un elettrolizzatore da 100 MW di potenza. L’impianto, che verrà installato presso lo stabilimento di EBIC (Egypt Basic Industries Corporation) di Ain Sokhna, in Egitto, produrrà idrogeno verde che verrà a sua volta utilizzato come materia prima per la produzione di ammoniaca ‘green’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *