Plug Power ottiene da un cliente europeo un ordine per la fornitura di un sistema di elettrolisi PEM da 25 MW

Plug Power ha ottenuto un ordine, da un cliente europeo la cui identità non è stata resa nota, per la fornitura di un impianto di elettrolisi PEM (Proton Exchange Membrane) da 25 MW, che verrà realizzato installando in serie 5 moduli containerizzati da 5 MW ciascuno, sviluppati dall’azienda americana.

“La scelta della tecnologia di Plug Power per questo progetto – che verrà sviluppato in fasi successive e potrà arrivare ad una capacità massima di 2 GW – costituisce una conferma della nostra solida expertise industriale e dell’efficacia delle nostre soluzioni” ha commentato Andy Marsh, CEO di Plug Power. “Gli esperti di mercato hanno evidenziato il grande potenziale dell’idrogeno verde i Europa, elemento chiave per raggiungere i target di decarbonizzazione fissati dall’UE. Un contesto in cui si aprono grandi opportunità per Plug. E noi abbiamo la conoscenza di mercato e la tecnologia per poter avere un impatto sostanziale”.

L’azienda americana è già fortemente presente sul mercato del Vecchio Continente: tra le altre cose, sta sviluppando un sistema di elettrolisi PEM da 100 MW per la major petrolifera portoghese Galp, e sta installando diversi impianti da 5 MW per operatori industriali europei nelle filiere produttive del vetro, dell’alluminio e dell’acciaio. La società sta inoltre lavorando nell’ambito di un contratto Basic Engineering and Design Package (BEDP) per un progetto da 7,5 GW.

Plug dispone inoltre di una propria gigafactory di elettrolizzatori PEM a Rochester, nello Stato di New York, e di un hub per la produzione di idrogeno verde in Georgia, con una capacità di 15 tonnellate al giorno di H2.