Plug Power si allea con Johnson Matthey per sviluppare elettrolizzatori ad alte performance

Il gruppo americano Plug Power, attivo nella produzione di impianti (elettrolizzatori e fuel cell) per la filiera dell’idrogeno verde, ha stretto un’alleanza strategica con Johnson Matthey, specializzato nella fornitura di tecnologie per la sostenibilità.

L’obbiettivo del Memorandum of Understanding appena firmato tra le parti è quello di sviluppare congiuntamente una nuova generazione di elettrolizzatori in grado di coniugare un alto livello di performance con una maggior durata e in generale un accresciuto livello di efficienza complessiva, rispetto all’attuale standard industriale di questo comparto.

In particolare, le due società lavoreranno insieme per verificare la possibilità di inserire i materiali altamente performanti sviluppati da JM nei sistemi di elettrolisi prodotti da Plug Power e anche per sviluppare un sistema di riciclo a ciclo chiuso (closed loop) per i platinum group metals (pgm) utilizzati come catalizzatori negli impianti di produzione dell’idrogeno verde. Johnson Matthey, nata a Londra oltre 200 anni fa e oggi presente in tutto il mondo con 30 uffici e oltre 1.500, è specializzata nello sviluppo di soluzioni tecnologiche per la sostenibilità dei cicli industriali, mentre Plug Power – basata a New York – è uno dei principali player globali nella produzione di impianti per la filiera dell’idrogeno rinnovabile, e ha l’obbiettivo di arrivate ad una capacità installata pari a 500 tonnellate di H2 green al giorno negli USA entro il 2025, e di 1.000 tonnellate al giorno a livello globale entro il 2028.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.