Rampini presenta Hydron, il primo bus a idrogeno completamente ‘Made in Italy’

È progettato e costruito integralmente in Umbria – ed è il primo completamente Made in Italy – Hydron, bus alimentato a celle a combustibile a idrogeno che l’azienda italiana Rampini S.p.A. ha presentato oggi alla stampa e alle istituzioni presso il suo centro di produzione di Passignano sul Trasimeno (Perugia).

Frutto di un lavoro di studio e ricerca durato un decennio, Hydron è lungo 8 metri, può trasportare 48 persone e ha un’autonomia di 450 Km.

“La gamma di prodotti che abbiamo presentato oggi – ha spiegato Fabio Magnoni, Direttore generale di Rampini Spa, secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa – è il nostro orgoglio, frutto di investimenti in ricerca e innovazione e la testimonianza che l’industria italiana è viva ed è in grado di esprimere l’eccellenza”.

Nella stessa occasione l’azienda ha svelato anche due nuovi modelli di bus a zero emissioni: Sixtron, un autobus elettrico da sei metri concepito per rispondere alle esigenze di trasporto nei piccoli centri storici di cui il nostro bel Paese è ricco ed Eltron, l’evoluzione del modello E80, il primo autobus elettrico costruito da Rampini.

Tre modelli di autobus a impatto zero che hanno richiesto mesi di progettazione e messa a punto da parte del gruppo Rampini e che per l’azienda hanno significato un investimento in ricerca e sviluppo del 10% del fatturato.

Rampini è leader nel settore dei bus di piccole dimensioni a impatto zero ed è apprezzata anche all’estero: in Spagna, Francia, Germania, Austria e Grecia. La presentazione al pubblico del nuovo autobus a idrogeno e della gamma di autobus elettrici è prevista all’interno di Next Mobility Exhibition (12-14 ottobre 2022) il Salone della mobilità pubblica organizzato da Fiera Milano all’interno degli spazi di Fiera Milano Rho.