Repsol si affida a Boston Consulting Group per investire 2,5 miliardi di euro nello sviluppo dell’idrogeno

Repsol ha assoldato la società internazionale di consulenza aziendale Boston Consulting Group (BCG) per mettere a punto un maxi-piano di investimenti da 2,5 miliardi di euro nel settore dell’idrogeno verde.

A riferirlo è il quotidiano spagnolo La Informacion, secondo cui Boston Consulting avrà il compito di assistere il team interno di Repsol nello sviluppo delle attività del gruppo legate al vettore rinnovabile, che è diventato un pilastro fondamentale della strategia di decarbonizzazione della major iberica al 2050.

L’obbiettivo, a cui oltre a BCG lavoreranno altri consulenti esterni, è quello di diventare un protagonista nazionale della nascente industria dell’H2 e di attrarre investimenti di fondi e altri soggetti finanziari europei, sempre più interessati a impegnarsi in questo filone.

Circa un mese fa Repsol aveva annunciato un sostanzioso incremento delle risorse stanziate a favore dell’idrogeno nel piano strategico al 2030: la cifra è infatti arrivata a 2,54 miliardi di euro, con un incremento del 58% rispetto allo stanziamento precedente. Un’accelerazione che l’azienda guidata da Antonio Brufau ha messo in campo nel tentativo di competere con altri grandi player dell’industria energetica nazionale come Iberdrola, Endesa e Acciona, anch’esse molto attive sul fronte dell’idrogeno.

A tal fine, Repsol sta anche potenziando la divisione del gruppo dedicata all’H2 e guidata dal manager Tomás Malango, formando tecnici specializzati nel campo dell’idrogeno verde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *