Rolls-Royce ed easyJet concludono con successo il primo test su un motore aereo alimentato a idrogeno

Nell’ambito di una collaborazione già avviata lo scorso anno, Rolls-Royce ed easyJet hanno annunciato di aver completato con successo il primo test al mondo di un moderno motore aereo alimentato a idrogeno.

La sperimentazione – si legge in una nota congiunta – è stata condotta con un prototipo di propulsore ‘early concept demonstrator’, utilizzando idrogeno verde prodotto da energia rinnovabile generata da turbine eoliche e dal moto ondoso del mare, e costituisce un primo importante riscontro sulla possibilità di utilizzare l’H2 come combustibile a zero emissioni per l’aviazione, obbiettivo a cui puntano sia Rolls-Royce sia easyJet nell’ambito delle rispettive strategie di decarbonizzazione.

Il test è stato effettuato nel laboratorio di MoD Boscombe Down, in Gran Bretagna, utilizzando un motore per aerei regionali Rolls-Royce AE 2100-A appositamente convertito per essere alimentato a idrogeno. Il vettore energetico è stato fornito da EMEC (European Marine Energy Centre), che lo ha prodotto nel suo hub sperimentale di Eday, nell’arcipelago scozzese delle Isole Orcadi.

“Il Regno Unito è alla guida del percorso di decarbonizzazione dell’aviazione civile e il test realizzato da Rolls-Royce ed easyJet dimostra come l’innovazione nel business sia in grado di cambiare le nostre vite” ha commentato Grant Shapps, Segretario di Stato britannico per il Business, l’Energia e la Strategia industriale. “Si tratta di una vera storia di successo britannica: l’idrogeno verde utilizzato per il test è stato prodotto con l’energia ricavata dal vento e dalle onde sulle Isole Orcadi”.

Per Grazia Vittadini, Chief Technology Officer di Rolls-Royce, “il successo di questo test è un risultato importantissimo, che ci consente di proseguire insieme ad easyJet nel lavoro di sperimentazione delle opportunità di decarbonizzazione offerte dall’idrogeno, con cui potremo contribuire a rivoluzionare il futuro dell’aviazione”.

Soddisfatto anche il CEO di easyJet Johan Lundgren: “Questo è un vero successo per la nostra partnership. Siamo impegnati a proseguire questa ricerca sull’idrogeno che riteniamo possa diventare un’opzione molto promettente per diverse tipologie di velivoli, compresi gli aerei impiegati abitualmente dalla nostra compagnia”.

Rolls-Royce ed easyJet stanno già programmando nuovi test di laboratorio come questo, con l’ambizione di poter arrivare in futuro a sperimentare propulsori a idrogeno anche in volo.