SAVE e H2C presentano allo Space Meetings Veneto il primo volo di un drone cargo a idrogeno mai effettuato in Italia

E’ stato siglato nell’ambito dell’evento Space Meetings Veneto l’accordo di collaborazione tra ENAC – Ente Nazionale per l’Aviazione Civile Regione Veneto e SAVE (la società che gestisce gli aeroporto di Venezia e Treviso) in materia di Mobilità Aerea Avanzata (AAM – Advanced Air Mobility), con l’obiettivo di realizzare congiuntamente le attività necessarie alla redazione del documento di analisi tecnica denominato ‘Strumento per la ricognizione del fabbisogno in materia di Mobilità Aerea per l’ambito territoriale veneto’.

Al termine della cerimonia di sottoscrizione dell’accordo, SAVE e H2C – società di Padova attiva nel settore delle infrastrutture energetiche – hanno poi presentato una ripresa video del primo volo mai realizzato in Italia con un drone a idrogeno verde per il trasporto di merci.

Il filmato – come ha spiegato l’Amministratore Delegato di H2C Guido Casellato con un post sul proprio profilo Linkedin – illustra il trasporto di materiale biomedicale consegnato da un’idroambulanza al comandante del drone nella banchina del Venezia Terminal Passeggeri (VTP, il terminal passeggeri del porto di Venezia; ndr) e da lì trasferito con il drone ad un’autoambulanza diretta all’Ospedale di Mestre.

“Si tratta di un primato tutto italiano e veneto, che dimostra come le nuove tecnologie di mobilità avanzata siano già realtà” ha sottolineato Casellato. “L’obiettivo è di rendere questo sistema di trasporto innovativo e green disponibile sul territorio già a partire dal 2025, una volta completate le verifiche tecniche amministrative”.

Nell’ambito delle attività di sviluppo dei suoi progetti, H2C ha recentemente incaricato DBA Pro. – società di DBA Group – di sviluppare soluzioni per la produzione e l’utilizzo di idrogeno verde per la decarbonizzazione delle operazioni di movimentazione merci nei siti industriali, in Veneto e in tutta Italia.