Snam lancia la seconda Call4Startup del suo HyAccelerator

Come previsto, dopo aver completato il processo di accelerazione delle start-up individuate attraverso il primo bando dell’HyAccelerator, Snam ha aperto la seconda Call4Startup, chiamata ‘On Our Way to Zero’ e focalizzata sullo sviluppo di tecnologie innovative lungo l’intera catena del valore dell’idrogeno, dalla produzione agli utilizzi finali.

Nello specifico, sono 6 le aree di attività in cui le start-up interessate possono candidare i loro progetti: produzione di idrogeno; trasporto; storage & carriers; usi finali nell’industria; usi finali nella mobilità; produzione di e-fuel.

L’obbiettivo è quello di individuare nuove soluzioni che le società selezionate potranno sperimentare poi in un contesto reale insieme a Snam.

Per partecipare a On Our Way to Zero, le start-up devono registrarsi a SnamInnova, il programma di Open Innovation di Snam, e formulare la propria candidatura alla call entro il 31 dicembre 2022.

Entro febbraio 2023 verranno quindi selezionate la start-up vincitrici, che potranno presentare, nel corso di un apposito evento, il loro progetto allo Snam Innovation Committee.

Dopo di ché, a partire da aprile del prossimo anno, inizierà il processo di accelerazione vero e proprio, che durerà 6 mesi e che prevede un supporto diretto da parte degli specialisti di idrogeno di Snam (che non pretende in cambio partecipazioni azionarie nelle società selezionate) e la possibilità di sfruttare il network del TSO italiano entrando quindi in contatto con altri player industriali attivi nel campo della transizione energetica.

Al termine del percorso, le start-up potranno così arrivare alla fase di First Industrial Development del progetto.