Stazioni per ricarica elettrica e rifornimento di idrogeno lungo la rete TEN-T: ‘call’ della UE per assegnare 1 miliardo di euro di finanziamenti

Nell’ambito della Alternative Fuels Infrastructure Facility (AFIF) – uno degli strumenti tramite cui si articola il programma Connecting Europe Facility (CEF) – la commissione europea ha avviato una ‘call for proposals’ finalizzata ad assegnare risorse per 1 miliardo di euro a supporto dello sviluppo di infrastrutture per la distribuzione di fuel alternativi, compreso l’idrogeno, lungo i corridoi di trasporto TEN-T (Trans-European Network of Transport).

Quella appena partita – spiega la European Climate, Infrastructure and Environment Executive Agency (CINEA) in una nota – è la seconda fase della AFIF (2024-2025) ed è finalizzata a contribuire al raggiungimento degli obbiettivi fissati nel nuovo regolamento AFIR riguardo le stazioni di ricarica per mezzi elettrici e le hydrogen refueling station (1 HRS ogni 200 Km lungo le retei TEN-T entro il 2030; ndr), nonché degli obbiettivi di decarbonizzazione del trasporto aereo e marittimo individuati rispettivamente nei regolamenti ReFuelEU Aviation e FuelEU Maritime.

La call – a cui è possibile partecipare tramite il portale di CINEA – è aperta ai progetti riguardanti tutte le tipologie di infrastrutture per la distribuzione di fuel alternativi in ambito stradale, marittimo, fluviale e aereo. In particolare, oltre alle classiche stazioni di servizio stradale, le risorse potranno essere destinate a finanziare: stazioni di ricarica MW per mezzi pesanti; impianti di fornitura di elettricità e idrogeno negli aeroporti; strutture di bunkeraggio nei porti per la distribuzione alle navi di energia elettrica, ammoniaca e metanolo.

Le deadline per presentare le proposte progettuali sono tre: il 24 settembre 2024; l’11 giugno 2025 e il 17 dicembre 2025. Nei 4 mesi successivi ad ogni scadenza i funzionari della Commissione e della CINEA valuteranno le proposte e comunicheranno l’esito ai candidati. In caso positivo, i contratti di finanziamento verranno firmati nei 5 mesi successivi (quindi entro 9 mesi dalla formalizzazione della candidatura).

La CINEA ricorda che nell’ambito della prima fase della AFIF (2021-2024) sono stati finanziati 131 progetti, che hanno ricevuto complessivamente risorse per 1,3 miliardi di euro.