Stoccaggio di H2 e gas in caverne saline: Snam si allea con la tedesca DEEP.KBB

Snam guarda anche alle soluzioni per lo stoccaggio di idrogeno e gas naturale nel sottosuolo, e per farlo ha stretto un’inedita alleanza con DEEP.KBB.

Con la società tedesca, attiva nella consulenza, progettazione, costruzione e gestione di impianti sotterranei di stoccaggio di energia, nonché nell’estrazione di salamoia e sale, il gruppo guidato da Marco Alverà ha infatti firmato un accordo per avviare una collaborazione tecnica e commerciale finalizzata al possibile sviluppo, per conto di terzi, dello stoccaggio di gas naturale e altri fluidi, come l’idrogeno, in caverne saline.

Questo accordo – assicura l’azienda di San Donato Milanese in una nota – segna un passo importante verso la ricerca di soluzioni per ridurre le emissioni e favorire la transizione energetica: “Le caverne saline possono contribuire a garantire maggiore flessibilità al mercato gas e rappresentare una soluzione efficace per lo stoccaggio di idrogeno e altri fluidi” scrive Snam. “La proposta congiunta mira a fornire soluzioni integrate per i clienti di entrambe le società, dalla formazione geologica sotterranea agli impianti di superficie, dalla valutazione e progettazione alla gestione e manutenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.