Toyota commissiona a Yamaha lo sviluppo di un motore a combustione interna alimentato a idrogeno

Nell’ambito di una più vasta collaborazione che vede impegnate le principali realtà giapponesi del settore automotive nella sperimentazione di fuel alternativi per i motori a combustione, Toyota Motor Corporation ha assegnato alla connazionale Yamaha Motor l’incarico di sviluppare un propulsore da 5 litri V8 alimentato a idrogeno puro.

“Stiamo lavorando per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, ma allo stesso tempo, come conferma la parola ‘Motor’ nel nome del nostro gruppo, continuiamo ad essere appassionati e impegnati nel campo dei motori a combustione” ha spiegato Yoshihiro Hidaka, Presidente di Yamaha Motor.

Lo sviluppo di questo propulsore era già stato preannunciato lo scorso novembre, quando era stata siglata l’alleanza tra le 5 case motoristiche nipponiche Kawasaki Heavy Industries, Subaru Corporation, Toyota Motor Corporation, Mazda Motor Corporation e Yamaha Motor con l’obbiettivo di sperimentare congiuntamente nuove soluzioni tecnologiche in grado di adattare i motori a combustione per l’utilizzo di fuel green come biocombustibili e, appunto, idrogeno.

Il motore sviluppato da Yahama per Toyota si basa sull’unità da 5 litri di cilindrata della coupè RC F di Lexus, a cui sono state apportate modifiche agli iniettori, alla testa dei cilindri e ad altre componenti per consentire l’utilizzo come carburante di idrogeno al 100%, garantendo al contempo elevate prestazioni (oltre 450 cavalli di potenza).

“L’idrogeno ha le potenzialità per consentirci di diventare carbon neutral mantenendo allo stesso tempo intatta la nostra passione per i motori a combustione interna” ha aggiunto Hidaka. “Vogliamo perseguire questo obbiettivo collaborando con altre aziende specializzate in aree di competenza diversa dalla nostra, per poter proseguire con successo nel percorso di decarbonizzazione”.