Trasporto di H2 liquido via nave: Shell si allea con la francese GTT per studiare nuove soluzioni

Shell, tramite la divisione Shell International Trading and Shipping Company, e GTT – azienda francese specializzata nei sistemi di stoccaggio e gestione del gas naturale liquefatto (GNL) – hanno firmato un accordo di cooperazione in relazione allo sviluppo di nuove tecnologie per il trasporto dell’idrogeno liquido (LH2) via mare.

La tessa GTT ha spiegato in una nota che la nuova partnership si inserisce nella strategia della major anglo-olandese, mirata a dar vita ad una supply chain dell’idrogeno basata su soluzioni sicure e scalabili per il trasporto di idrogeno in forma liquida, anche via mare.

In base all’accordo, la società francese svilupperà una serie di design preliminari di sistemi per il contenimento del carico di H2 liquido a bordo nave, soluzione che richiede il superamento di sfide tecnologiche complesse a causa della temperatura estremamente bassa (-250 °C) a cui l’idrogeno deve essere mantenuto per restare in forma liquida.

“Siamo molto felici di poter combinare le nostre competenze ed esperienze con un grande gruppo come Shell in questo progetto, che riteniamo molto promettente” ha commentato Philippe Berterottière, CEO di GTT. “La nostra collaborazione consentirà lo sviluppo di nuove tecnologie che potranno cambiare radicalmente il mondo dello shipping mettendo disposizione equipaggiamenti sicure ed efficienti per il trasporto di idrogeno allo stato liquido”.