Trasporto fluviale, la Germania punta sull’idrogeno: inaugurato lo spintore ‘zero emission’ Elektra

Si chiama Elektra ed è il primo spintore al mondo (imbarcazione utilizzata per spingere le chiatte fluviali, che non sono autopropulse; ndr) a zero emissioni, grazie ad un sistema di propulsione ibrido che unisce batteria e fuel cell a idrogeno.

L’innovativo mezzo è stato costruito dal cantiere tedesco Hermann Barthel di Derben in due anni di intensa attività, e ha raggiunto l’Westhafen – il porto fluviale – di Berlino, dove il Sindaco della capitale tedesca Franziska Giffey lo ha battezzato ufficialmente in qualità di madrina.

“L’Elektra è il primo spintore fluviale al mondo in cui la propulsione elettrica a batteria è stata combinata con la tecnologia dalle celle a combustibile alimentate a idrogeno. Il progetto potrà dare un contributo determinante alla decarbonizzazione del trasporto per vie d’acqua interne, non soltanto dal punto di vista tecnico ma anche da quello della regolazione” ha commentato il ministro federale Volker Wissing durante la cerimonia.

Il progetto – che ha previsto un investimento complessivo di 14,6 milioni di euro, cofinanziato dal Ministero Federale dei Trasporti con 9,1 milioni – è stato coordinato dal Dipartimento Maritime Systems Design and Operations dell’Università Tecnica di Berlino e ha visto la partecipazione di numerosi partner, tra cui: BEHALA – Berliner Hafen- und Lagerhausgesellschaft (logistica), il cantiere Hermann Barthel, Ballard Power Systems (fuel cell), Argo-Anleg (sistema di gestione dell’H2), SER Schiffselektronik Rostock (sistema elettrico), EST-Floattech (batterie) e HGK Shipping (operazioni nautiche).

L’Elektra è dotato di un serbatoio di idrogeno da 750 Kg (a 500 bar di pressione) e di una batteria da 2.500 kW/h, che garantiscono al mezzo un’autonomia di navigazione di 400 Km, in combinazione con la chiatta da carico Ursus (le due imbarcazioni raggiungono una lunghezza complessiva di 150 metri), e consentono anche l’alimentazione di tutti i servizi di bordo.

Le prime stazioni di rifornimento per la batteria e per il serbatoio di idrogeno verranno installate nei porti fluviali di Westhafen (Berlino) e Lüneburg nel corso del 2023.