Un consorzio giapponese punta a commercializzare motori navali a idrogeno entro il 2025

I tre produttori giapponesi di motori marini Kawasaki Heavy Industries, Yanmar Power Technology e Japan Engine Corporation hanno formato un consorzio con l’obbiettivo di sviluppare congiuntamente sistemi di propulsione a idrogeno per navi oceaniche.

Le tre società lavoreranno per sviluppare piattaforme tecnologiche comuni e per svolgere una serie di test e sperimentazioni su materiali e processi (a partire dalla combustione di idrogeno), e poter arrivare a commercializzare motori navali ad H2 già entro il 2025.

Nel dettaglio, Kawasaki Heavy Industries svilupperà un motore 4 tempi per media velocità, Yanmar Power Technology si concentrerà su propulsori 4 tempi medium-high speed e Japan Engine Corporation si occuperà dello sviluppo di propulsori a idrogeno 2 tempi a bassa velocità. Questo lavoro coordinato e parallelo consentirà di arrivare al 2025 con una gamma di soluzioni per la propulsione navale ad H2, e anche per la generazione dell’energia a bordo, il più possibile ampia e quindi rivolta a diversi segmenti del mercato marittimo. I motori verranno affiancati anche da un apposito sistema di stoccaggio e distribuzione dell’idrogeno, che sarà parte integrante delle soluzioni offerta dai tre gruppi giapponesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.