Via libera al progetto Power-to-gas di Italgas in Sardegna: l’impianto entrerà in funzione nel giro di 12 mesi

Entro 12 mesi, Italgas avvierà la produzione di idrogeno rinnovabile in Sardegna, mettendo in funzione il suo progetto di Power-to-Gas presentato nel 2021.

“In 12 mesi l’impianto entrerà in esercizio. C’è voluto del tempo per avere le autorizzazioni, ma senza nessun commento particolare” ha dichiarato il CEO di Italgas, Paolo Gallo, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Radiocor – Il Sole 24 Ore.

“Abbiamo ricevuto l’autorizzazione e abbiamo iniziato i lavori a Sestu per realizzare l’impianto. Abbiamo anche terminato i lavori per selezionare la tecnologia da usare, c’è una componente più di commodity come il fotovoltaico e altre un po’ meno come lo stoccaggio dell’idrogeno” ha aggiunto Gallo.

Nell’area industriale di Sestu, in provincia di Cagliari, grazie ad un investimento di 15 milioni di euro Italgas realizzerà un impianto fotovoltaico da 1 MW di capacità, che alimenterà un elettrolizzatore da 500 kW, grazie a cui sarà possibile produrre circa 24 tonnellate all’anno di H2 green a partire dal 2024, per salire poi fino a 55 tonnellate all’anno entro il 2028. Il nuovo polo sardo sarà inoltre dotato di un sistema di stoccaggio con capacità di 450 Kg e di una stazione di rifornimento stradale capace di erogare idrogeno in pressione, a 350 e 700 bar.

Nel medesimo sito, Italgas installerà anche un proprio laboratorio dove verranno effettuati test di compatibilità dell’H2 con le diverse componenti della rete di distribuzione gestita dal gruppo (oggi usata per il metano), tra cui: caldaie, misuratori, sistemi di odorizzazione, tubazioni, valvole, sistemi di controllo qualità del gas.