Wärtsilä studia l’utilizzo di ammoniaca nei motori navali a GNL

È possibile bruciare ammoniaca in motori marini dual-fuel a GNL (gas naturale liquefatto), riducendo così le emissioni di CO2?

Per rispondere a questa domanda la compagnia marittima norvegese Simon Møkster Shipping, specializzata nella gestione di mezzi di supporto alle piattaforme offshore, ha siglato una partnership con Wärtsilä Norway, filiale locale del gruppo finlandese Wärtsilä, leader mondiale nella fornitura di sistemi di propulsione navale.

Il progetto su cui lavoreranno le sue aziende – si legge in una nota – mira a studiare la fattibilità dell’utilizzo di ammoniaca come combustibile nei motori dual fuel dei mezzi di Møkster, che attualmente vengono alimentati principalmente a GNL.

Utilizzando un bland di gas naturale liquefatto e ammoniaca, sarebbe possibile ridurre drasticamente le emissioni di CO2 dei propulsori marini.

Lo scopo di questa iniziativa di Møkster e Wärtsilä è proprio quello di dimostrare che la conversione di navi con motori dual fuel è fattibile e che l’utilizzo di ammoniaca e GNL per la propulsione navale può avvenire in modo sicuro ed efficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.